marketing online misuratori

Misurare è fondamentale per il tuo business. Qualsiasi strategia di marketing e comunicazione di successo si basa su una pianificazione e una misurazione attenta dei risultati.

Tenere sotto controllo quello che succede ti permette di avere un’idea chiara di dove stai andando e di correggere il tiro qualora le azioni intraprese non ottenessero i risultati desiderati. Insomma più misuri più migliori, più rendi la tua strategia mirata ed efficace.

Performance marketing: la misurazione dei risultati online

Una bella notizia è che su internet misurare è facile. Ogni azione che compi è misurabile. Dal tuo sito internet alla newsletter che invii ai clienti, dal post che pubblichi su Facebook alle conversioni che ottieni per i tuoi prodotti o servizi. Se impari a misurare correttamente le tue performance online:

  • Ottimizzi i costi e riduci al minimo gli sprechi.
  • Impari a conoscere meglio il tuo target, monitorandone gusti, bisogni e aspettative .
  • Scopri i canali più performanti e su cui vale la pena puntare.
  • Vedi da dove arriva il maggior numero di conversioni, quali sono le azioni più efficaci e quelle, invece, da lasciar perdere.

Misurazione online: trovare il giusto KPI per ogni azione di marketing

La prima grossa sfida per misurare correttamente i risultati delle azioni di marketing online che intraprendi è trovare il giusto KPI.

KPI è l’acronimo di Key Performance Indicator e rappresenta il tuo parametro di misurazione. Ne esistono diversi ed è fondamentale saper scegliere quello giusto a seconda del risultato che ti interessa controllare. Alcuni esempi di KPI sono:

  • Il numero di visite sul sito
  • Il numero delle pagine visitate
  • Il numero delle conversioni
  • Il numero delle condivisioni di un post su Facebook
  • Il numero di persone che si iscrivono alla tua newsletter
  • Il numero di persone che legge la tua newsletter

Ricordati che il KPI cambia a seconda dell’obiettivo che ti poni. Incremento delle visite sul sito, aumento della richiesta di contatti, aumento del numero di conversioni sono obiettivi diversi e quindi necessitano di KPI diversi.

Come si fa a misurare le proprie performance online?

Non tutte le aziende procedono allo stesso modo per misurare i risultati. Molte si limitano a controllarli a posteriori, quando le azioni di marketing sono ormai concluse. Ma così facendo, il monitoraggio risulta superficiale e inefficace perché non si può fare niente per migliorare la performance.

Un approccio corretto, invece, è quello di scegliere i KPI già in fase di pianificazione della strategia di marketing e di stabilire degli intervalli temporali ogni cui andare a verificare l’andamento dell’azione rispetto all’obiettivo prefissato.

Insomma, insieme ad un piano di azione ci deve sempre essere anche un piano di misurazione.

  • Scegli gli obiettivi di marketing e le azioni per raggiungere tali obiettivi. Per ogni azione trova un KPI, ovvero un misuratore adeguato.
  • Per tutto l’arco di tempo in cui dura la campagna o l’azione di marketing, fissa degli intervalli precisi in cui andare a verificare come sta andando l’azione intrapresa. Per monitorare la strategia quando non è ancora conclusa, ti conviene stabilire dei sotto-obiettivi per avere più chiaro lo stato di “avanzamento lavori”.
  • Quando misuri, devi comparare il risultato effettivamente raggiunto rispetto a quello che ti eri prefissato. Se è uguale o migliore: ottimo sei sulla giusta strada. Se sei al di sotto dei pronostici: forse è il caso di aggiustare il tiro.

Quali sono gli strumenti per misurare le tue performance online?

Sul web puoi trovare diversi strumenti per monitorare le tue attività. A seconda di quello che vuoi analizzare, il tool da utilizzare cambia. Google Analytics è sicuramente uno strumento che ti permette di avere una panoramica generale di cosa accade: il numero di visite giornaliere sul tuo sito, le pagine più visitate, la media di permanenza sulle pagine, la provenienza delle persone che approdano sul sito e molto altro ancora. Per utilizzarlo, devi creare un account apposta e collegare il tuo sito.

CRM: lo strumento salvavita

Per un’azienda che desidera monitorare e tenere sotto controllo la propria situazione contatti e le azioni di marketing intraprese, il CRM è uno strumento davvero utile. Si tratta di un applicativo per gestire i lead –contatti – di un’azienda.

Le versioni più semplici sono progettate per raccogliere e profilare i contatti, mentre quelle più complete permettono anche di gestire una rete di vendita. La cosa interessante al fine della misurazione dei risultati è che il CRM consente di avere sotto controllo tutti i contatti provenienti sia da canali online che offline, capire chi sono, quali bisogni hanno, vedere quali sono quelli che convertono di più e da dove arrivano. Tutte informazioni essenziali per sapere cosa funziona e su cosa vale la pena investire.

Misurare è fondamentale per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato. Per farlo ci vuole un piano preciso ed efficace che sfrutti dei misuratori adatti. Se hai bisogno di un aiuto, chiedi ad un esperto.